ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

18 novembre 2018 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 01:01 GMT+1



22 ottobre 2018

La Federazione del Mare esorta a valutare attentamente l'impatto della Brexit sul comparto marittimo

Il cluster marittimo italiano sottolinea la necessità di raggiungere un accordo sostenibile e reciprocamente vantaggioso

Gli operatori marittimi europei auspicano la prossima conclusione di un accordo reciprocamente vantaggioso tra Gran Bretagna e Unione Europea per l'uscita del Regno Unito dall'UE. Gli interessi in gioco sono estremamente rilevanti e le possibili preoccupanti conseguenze della Brexit per il settore marittimo sono state evidenziate in occasione dell'assemblea annuale dell'European Network of Maritime Clusters (ENMC) che si è tenuta a Malta martedì scorso, riunione alla quale ha partecipato per il cluster marittimo italiano la Federazione del Sistema marittimo italiano (Federazione del Mare) rappresentata dal segretario generale Carlo Lombardi.

L'export di beni e servizi dall'UE a 27 verso la Gran Bretagna vale 365 miliardi di euro, pari al 54% di tutte le importazioni effettuate dal Regno Unito, mentre l'export britannico verso l'UE vale 274 miliardi, pari al 43% delle esportazioni totali del Paese. Gli scambi commerciali tra Italia e Gran Bretagna hanno raggiunto nel 2017 quota 34,5 miliardi di euro, di cui 23,1 miliardi di esportazioni verso la Gran Bretagna e 11,4 miliardi di euro di importazioni verso l'Italia.

La Federazione del Mare ha sottolineato che in questa fase critica nei negoziati c'è bisogno di freddezza e di una attenzione mirata a raggiungere l'accordo sostenibile e reciprocamente vantaggioso su cui contano entrambe le parti. Inoltre l'intesa deve ridurre al minimo le difficoltà per le imprese marittime, evitando interruzioni nei porti e nei flussi lungo le complesse catene di approvvigionamento pan-europee. La Federazione ha evidenziato anche come le persone, che si tratti di naviganti o dei tanti altri che lavorano nel settore marittimo, siano spesso trascurate in questo dibattito e che l'accordo deve far sì che le popolazioni possano lavorare, vivere e muoversi in tutta Europa.

ABB Marine Solutions
Consorzio ZAI
Salerno Container Terminal

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail