ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

20 novembre 2018 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 12:51 GMT+1



5 novembre 2018

I conti di Textainer risentono ancora degli effetti dei container dati a noleggio a clienti che sono falliti

Ghesquiere: riteniamo che l'impatto di questi default sia per la gran parte alle nostre spalle

I risultati economici registrati nel terzo trimestre di quest'anno dal noleggiatore di container intermodali Textainer sono stati caratterizzati da un livello record dei ricavi e da valori degli utili inferiori a quelli dei trimestri precedenti a causa principalmente degli effetti sulle performance finanziarie della società dell'onda lunga provocata dai fallimenti di due suoi clienti asiatici, in particolare di quello della compagnia di navigazione sudcoreana Hanjin Shipping avvenuto all'inizio del 2017 ( del 17 febbraio 2017).

Nel periodo luglio-settembre del 2018 i ricavi di Textainer hanno raggiunto il picco massimo trimestrale di 149,4 milioni di dollari, con un incremento del +19,0% sullo stesso periodo del 2017 e con un rialzo del +3,4% sul precedente record trimestrale stabilito nel periodo luglio-settembre del 2014. I soli ricavi derivanti dall'attività di noleggio di container sono ammontati a 129,8 milioni di dollari, in crescita del +15,7% sul terzo trimestre dello scorso anno.

Rilevante l'aumento (+39,3%) dei costi che si sono attestati a 112,3 milioni di dollari, incremento generato essenzialmente da oneri determinati da spese per il recupero di container e per la svalutazione o l'azzeramento del valore di container che erano a noleggio presso le compagnie fallite. L'utile operativo è risultato di 37,2 milioni di dollari (-17,4%) e l'utile netto attribuibile agli azionisti a 1,9 milioni di dollari (-89,6%).

Specificando che escludendo l'impatto dei costi conseguenti al fallimento dei clienti l'utile netto rettificato del terzo trimestre del 2018 risulta di 22,1 milioni di dollari, il presidente e amministratore delegato di Textainer, Olivier Ghesquiere, ha precisato che ora la società ha «recuperato la maggior parte dei container che valeva la pena di recuperare e - ha sottolineato - riteniamo che l'impatto di questi default sia per la gran parte alle nostre spalle. Inoltre - ha aggiunto - durante il trimestre abbiamo deciso di disfarci di container non sfruttabili commercialmente con una conseguente svalutazione del valore».

Textainer ha chiuso i primi nove mesi del 2018 con ricavi pari a 423,4 milioni di dollari, con una progressione del +17,1% sul corrispondente periodo dello scorso anno, di cui 371,6 milioni di dollari generati dall'attività di noleggio della flotta di contenitori (+13,1%). L'utile operativo è stato pari a 138,1 milioni di dollari (+40,1%) e l'utile netto a 38,1 milioni di dollari (+1.670,5%).

Al 30 settembre scorso la consistenza della flotta della società era pari ad oltre 3,4 milioni di teu, superiore del +7,8% rispetto al 30 settembre 2017.


ABB Marine Solutions

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail