ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

16 giugno 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 11:28 GMT+2



27 dicembre 2018

Lo scorso anno nelle acque territoriali italiane si sono verificati 260 sinistri marittimi (-9%)

Le navi coinvolte sono state 328 (-5%)

Lo scorso anno nelle acque territoriali italiane e in quelle limitrofe si sono verificati 260 sinistri marittimi che hanno coinvolto complessivamente 328 navi, rispetto a 287 sinistri con il coinvolgimento di 346 navi nel 2016. Nel 2017 i sinistri che hanno coinvolto sole navi nazionali sono stati 213 (233 nel 2016) per un totale di 271 navi italiane coinvolte (287 nel 2016). Lo evidenzia il “Rapporto sui sinistri marittimi” per l'anno 2017 redatto dalla Direzione Generale per la vigilanza sulle Autorità portuali, le infrastrutture portuali ed il trasporto marittimo e per vie d'acqua interne del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, studio che contiene le analisi statistiche delle dinamiche e delle cause più frequenti degli incidenti e sinistri marittimi avvenuti nelle acque territoriali nazionali nell'ultimo decennio, e comprende anche agli infortuni verificatisi a bordo delle navi.

Il rapporto specifica che il quadro complessivo degli incidenti occorsi nelle acque nazionali, o in quelle ad esse limitrofe, indipendentemente dalla loro bandiera, presenta dati contrastanti: anche se il numero di incidenti in mare risulta in diminuzione, si è rilevato un forte incremento nel numero di ferimenti e decessi in mare negli anni dal 2011 al 2013, dovuto principalmente a gravissimi sinistri marittimi legati al fenomeno dell'immigrazione clandestina.

Relativamente ai ferimenti (89 complessivi nel 2017 su navi di qualunque bandiera rispetto a 38 nel 2016) e ai decessi (18 nel 2017 rispetto a 11 nell'anno precedente) causati dagli incidenti marittimi, il rapporto sottolinea che l'andamento dei decessi e dei ferimenti nei sinistri marittimi occorsi a navi nazionali (rispettivamente 17 e 86 contro 8 e 36 nel 2016), pur presentando un andamento crescente dal 2008 fino all'anno 2013, è poi diminuito negli anni successivi. Tale incremento appare dovuto principalmente ai due gravi incidenti avvenuti nel 2012 e nel 2014 alle navi Costa Concordia e Norman Atlantic, nell'ambito di un quadro altrimenti piuttosto uniforme sia dei decessi sia dei ferimenti causati da sinistro marittimo. Nel corso del 2017 è stato invece osservato un incremento nel numero dei ferimenti, principalmente in occasione di urti occorsi a navi passeggeri e passeggeri e merci.




ABB Marine Solutions Salerno Container Terminal Voltri-Pra Terminal Europa
Vincenzo Miele    

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail