ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

27 marzo 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 01:17 GMT+1



18 febbraio 2019

La Commissione UE avvia una campagna di informazione nel settore doganale per far fronte ad una Brexit senza accordo

Moscovici: prepararsi ai controlli e alle verifiche delle merci è una necessità imprescindibile per la tutela dei nostri consumatori e del nostro mercato interno

Oggi la Commissione Europea ha avviato una campagna di sensibilizzazione incentrata sul settore delle dogane e delle imposte indirette che è rivolta alle aziende dell'Unione Europea per sensibilizzarle sull'eventualità di un'uscita senza accordo del Regno Unito dall'UE il 30 marzo prossimo. Bruxelles ha specificato che l'attivazione dell'iniziativa è stata decisa in considerazione del rischio che non si giunta ad un'intesa in tal senso : «ora che il rischio di un'uscita senza accordo si fa più acuto all'approssimarsi del 29 marzo - ha spiegato il commissario europeo per gli Affari economici e finanziari, la fiscalità e le dogane, Pierre Moscovici - la Commissione Europea e le autorità doganali nazionali lavorano alacremente per prepararsi ai controlli e verifiche delle merci che dovranno essere introdotti nei flussi commerciali tra l'UE e il Regno Unito. Si tratta di una necessità imprescindibile per la tutela dei nostri consumatori e del nostro mercato interno. Molto - ha sottolineato Moscovici - dipenderà dalla capacità delle imprese che intrattengono rapporti commerciali con il Regno Unito di mettersi al passo con la normativa doganale, che in caso di uscita senza accordo si applicherà fin dal primo giorno. Il tempo stringe e la Commissione si mette a disposizione per aiutare con questa campagna informativa».

Ricordando che negli Stati membri sono già in corso, con il sostegno della Commissione, i lavori necessari per preparare l'infrastruttura doganale e la logistica a far fronte a un'eventuale uscita senza accordo, la Commissione UE ha precisato che con la campagna avviata oggi si intende integrare le iniziative attuate sul piano nazionale per informare gli operatori economici dell'UE, contribuendo a coinvolgere le imprese interessate negli Stati membri dell'UE a 27.

Scopo della campagna è contribuire ad informare le imprese intenzionate a mantenere rapporti commerciali con il Regno Unito dopo il 30 marzo sugli interventi necessari per agevolare per quanto possibile la transizione. Secondo la Commissione, per prepararsi a mantenere rapporti commerciali con il Regno Unito nell'eventualità di un'uscita senza accordo le imprese dell'UE dovrebbero innanzitutto valutare se dispongono della capacità tecnica e umana necessaria per adempiere alle procedure e alla normativa doganali, ad esempio in materia di norme di origine preferenziali. Inoltre dovrebbero avere cura di ottenere le varie autorizzazioni e registrazioni doganali che le agevoleranno nell'attività commerciale se il Regno Unito è una delle maglie della loro catena logistica. Inoltre le aziende dovrebbero interpellare l'autorità doganale nazionale per verificare se siano opportuni altri preparativi.

ABB Marine Solutions
Evergreen Line

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail