ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

22 marzo 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 21:40 GMT+1



14 marzo 2019

Pronto prima dell'estate il nuovo Fast Ferry Terminal del porto di Trapani

In programma anche il restyling dell'esistente stazione marittima

Sarà ultimato il prossimo maggio, prima dell'estate, il nuovo Trapani Fast Ferry Terminal per i passeggeri che attendono per imbarcarsi per le Egadi. L'intervento prevede la collocazione di una struttura lungo la Banchina Dogana e la sostituzione di una porzione della pavimentazione preesistente in banchina per ulteriori 443 metri quadri rispetto alla superficie occupata dal terminal che è di 686 metri quadri. Il progetto, di imminente ultimazione, si configura come un trilite che ospita al suo interno diverse funzioni, tra cui: una biglietteria al coperto con otto postazioni, una zona di sosta esterna al coperto con ampie sedute in legno, un bar con area di mescita all'aperto e una sala d'attesa climatizzata per circa 70 persone, con annessi servizi igienici.

Inoltre l'Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale ha in programma il restyling dell'esistente stazione marittima dello scalo portuale, da anni priva di una sostanziale manutenzione e inadeguata alle attuali esigenze logistiche, e delle aree esterne di pertinenza. La progettazione esecutiva del Trapani Cruise - RoRo Terminal sarà ultimata il prossimo aprile e il costo previsto è di tre milioni di euro.

L'AdSP ha avviato anche le procedure propedeutiche al dragaggio del porto per garantire la profondità di -11 metri nell'avamporto e di -10 metri all'interno del porto. I sedimenti da movimentare saranno circa 1.300.000 metri cubi. Per il miglioramento delle manovre di ingresso e di ormeggio anche di navi di grosse dimensioni, si procederà al “salpamento” di gran parte del molo Ronciglio, in modo da garantire un canale di accesso al porto di larghezza pari a circa 250 metri.

Infine l'AdSP ha avviato i contatti con la Scuola Politecnica dell'Università di Palermo per la redazione del Piano Regolatore di Sistema Portuale, completo di tutti i presupposti, anche progettuali, propedeutici alla redazione del nuovo Piano Regolatore del porto di Trapani (quello attuale risale al 1962).

Presentando oggi gli interventi previsti per il porto di Traspani il presidente dell'AdSP del Mare di Sicilia Occidentale, Pasqualino Monti, e il sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida, hanno siglato anche un accordo per la programmazione in sinergia delle aree di interfaccia città-porto. «Si tratta - ha spiegato Monti - di un accordo utile per l'individuazione di strategie di sviluppo economico e produttivo legate all'interazione tra il porto e il territorio. Una visione comune sui futuri scenari di sviluppo di due entità intimamente legate: città e porto, attraverso una ricerca di nuove e innovative prospettive per un binomio così antico. I nuovi fronti marittimi delle città portuali vengono oggi intesi non più come ultime, e talvolta slabbrate, propaggini di una città ricca di storia ma, come nel passato, autentiche porte a mare, finalmente ripensate e riprogettate come inediti cuori di una vita sociale che recupera spazi per troppo tempo negati o pressoché inaccessibili».

«C'è - ha commentato il sindaco Tranchida - grande condivisione e un lavoro di sinergia con l'AdSP nel rispetto delle rispettive competenze e con la comune voglia di correre. Il nostro approccio prevede un confronto con tutti gli enti coinvolti e con gli operatori ma, dopo la condivisione, bisogna procedere in maniera spedita per recuperare il tempo perduto».

ABB Marine Solutions

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail