ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

11 dicembre 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 23:03 GMT+1



3 giugno 2019

Assegnati alla spagnola Dravo i lavori di manutenzione ordinaria dei fondali del porto di Gioia Tauro

L'appalto ha un valore di oltre 2,5 milioni di euro

L'Autorità Portuale di Gioia Tauro ha aggiudicato alla spagnola Dravo S.A, che fa parte del gruppo olandese Van Oord, l'appalto del valore di oltre 2,5 milioni di euro per l'esecuzione dei lavori di manutenzione ordinaria triennale dei fondali del porto calabrese, che alla banchina Alti fondali hanno una profondità di -18 metri. Il programma prevede sei interventi per ogni annualità e punta allo spianamento delle dune sottomarine. L'ente portuale ha spiegato che dai risultati di un'approfondita analisi batimetrica sui fondali è stato infatti constatato che le dune vengono create principalmente dall'azione dinamica delle eliche delle navi durante le manovre di partenza ed attracco alle banchine portuali, che spostano masse di sabbia da un punto all'altro del bacino.

Da cronoprogramma verrà effettuato un intervento ogni due mesi, organizzato in base a diverse tipologie di esigenze. Annualmente, il progetto prevede due interventi di spianamento con draga autocaricante ed autorefluente ed altri quattro di spianamento anche utilizzando mezzi di tipo differente.

Senza alcuna asportazione di materiale sabbioso, le operazioni non avranno limiti quantitativi e dovranno essere eseguite garantendo una produzione giornaliera, in termini di volume complessivo di materiale da livellare, non inferiore a 6mila metri cubi, se effettuate con draga, e non inferiore a 3mila metri cubi giornalieri con altro mezzo marittimo. Ad ogni intervento corrisponderà un rilievo batimetrico propedeutico ad accertarne la buona riuscita dei lavori. In base alle esigenze riscontrate, il progetto include, infatti, la possibilità di livellare i fondali in un'area del canale più estesa e non solo lungo il bacino portuale adiacente le banchine.

Il commissario straordinario dell'authority portuale, Andrea Agostinelli, ha specificato che l'ente ha da tempo e con lungimiranza progettato questo intervento proprio per rendere le banchine dello scalo perfettamente agibili ed operative per ormeggi di portacontainer di capacità superiore ai 20mila teu. «Con l'arrivo di queste navi, e con il rinnovo dei mezzi di banchina - ha sottolineato - il porto di Gioia Tauro tornerà ad essere competitivo nel Mediterraneo».

PSA Genova Pra'
Salerno Container Terminal
Logistics Solution
Vincenzo Miele

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail