ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

18 novembre 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 17:31 GMT+1



5 luglio 2019

Global Ports Holding annuncia l'avvio di una revisione strategica del gruppo che potrebbe condurre a cessioni

L'azienda turca ha confermato di aver già ricevuto offerte. Decisa la nomina di tre direttori regionali per il core business delle crociere

L'impresa terminalista turca Global Ports Holding (GPH) ha annunciato oggi la decisione di avviare una revisione strategica del gruppo, che sarà portata avanti con l'assistenza di Goldman Sachs International, revisione - ha specificato l'azienda - che verrà realizzata alla luce delle crescenti opportunità che caratterizzano le proprie attività nel segmento delle crociere, settore che costituisce il core business del gruppo. «Lo scopo della revisione strategica - ha specificato GPH - è quello di esplorare modalità per massimizzare il valore per tutti gli azionisti e include una gamma di potenziali attività aziendali, inclusa la vendita di alcuni asset così come investimenti strategici e partnership».

Il gruppo turco ha precisato che il processo di revisione è ad una fase preliminare, ma ha reso noto di aver ricevuto «una serie di offerte preliminari per alcuni asset che attualmente sono in fase di valutazione».

Global Ports Holding è uno dei principali terminalisti mondiali nel comparto delle crociere e gestisce stazioni marittime in diversi primari porti del Mediterraneo, dei Caraibi e dell'Asia. Nel Mediterraneo le attività crocieristiche, svolte tramite gestione diretta da parte di filiali del gruppo o attraverso partecipazioni azionarie, è incentrata in Turchia nei porti di Antalya, Ege e Bodrum, in Spagna attraverso la Barcelona Cruise Port Creuers Terminals (di cui detiene il 62,0% del capitale) e la Málaga Cruise Port (49,6%), in Italia dove detiene il 70,9% di Cagliari Cruise Port, il 62,2% di Catania Cruise Port, il 53,7% di Ravenna Cruise Port e a Venezia attraverso una partecipazione dell'11,1% in Venezia Terminal Passeggeri (VTP), a Malta con il 55,6% di Valletta Cruise Port, in Croazia dove detiene l'intero capitale di Zadar Cruise Port e in Montenegro con il 63,8% di Bar Cruise Port, a cui sia aggiunge in Portogallo il 46,2% di Lisbon Cruise Port. Inoltre GPH è presente nei Caraibi attraverso la gestione del traffico crocieristico nel porto cubano de L'Avana e in Asia attraverso una partecipazione pari al 24,8% in Singapore Cruise Port.

Per razionalizzare la gestione di queste attività crocieristiche Global Ports Holding ha deciso inoltre di riorganizzare le operazioni sotto una nuova struttura regionale che vedrà la nomina di direttori regionali per il Mediterraneo orientale, per il Mediterraneo occidentale e per le Americhe. In particolare, Javier Rodriquez, attuale direttore generale della stazione crocieristica di Barcellona, sarà nominato direttore regionale West Med, carica a cui faranno capo le attività nei porti di Barcellona, Malaga, Lisbona e Singapore; Aziz Gungor, attuale direttore generale di Ege Port-Kusadasi, sarà nominato direttore regionale East Med, e sovraintenderà alle attività nei porti di Ege, Bodrum, Antalya, Zara e Bar; Stephen Xuereb, che è il direttore generale del gruppo GPH, sarà nominato direttore regionale Central Med e guiderà le attività nei porti di La Valletta, Cagliari, Catania e Ravenna; infine Michael Maura Junior, che è recentemente entrato a far parte del gruppo turco, sarà nominato direttore regionale Americas. Sia Rodriquez sia Gungor che Maura riferiranno al direttore generale Xuereb.

Vincenzo Miele

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail