ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

22 novembre 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 07:01 GMT+1



21 ottobre 2019

Nuovo record per il mese di settembre dei carichi a bordo delle navi transitate nel canale di Suez

I porti del Mediterraneo settentrionale continuano a perdere quote di traffico delle merci che transitano nella via d'acqua egiziana

Lo scorso mese nel canale di Suez sono transitate complessivamente 1.522 navi per una portata lorda totale di 99,0 milioni di tonnellate SCNT (Suez Canal Net Ton), con incrementi rispettivamente del +1,4% e del +5,3% sul settembre 2018. Le petroliere sono state 412 (+4,6%) per 18,6 milioni di tonnellate SCNT (+1,0%) e le navi di altro tipo 1.110 (+0,3%) per 80,4 milioni di tonnellate SCNT (+6,4%).

Le navi che lo scorso mese hanno attraversato il canale egiziano trasportavano globalmente 83,4 milioni di tonnellate di merci, volume che costituisce il nuovo record di carichi a bordo delle unità navali transitate nel mese di settembre e rappresenta un incremento del +0,8% sul settembre 2018 quando era stato segnato il precedente record. Il nuovo picco per settembre è stato registrato grazie al nuovo record per questo mese delle merci imbarcate sulle navi transitate nella direzione nord-sud che sono ammontate a 46,4 milioni di tonnellate, con una crescita del +6,7% sul settembre 2018 quando era stato conseguito il precedente record. Il volume delle merci imbarcate sulle navi transitate nella direzione sud-nord è stato pari a 37,0 milioni di tonnellate, con una flessione (la terza mensile consecutiva) del -5,8% sul settembre 2018 quando era stato stabilito il precedente record.

Lo scorso mese la più consistente tipologia di carico imbarcata sulle navi che hanno attraversato il canale dirette a sud era costituita da merci containerizzate con 19,8 milioni di tonnellate (+8,7%) seguita dai cereali con 7,2 milioni di tonnellate (+37,5%), dal petrolio grezzo con 4,6 milioni di tonnellate (-17,3%) e dai minerali e metalli con 4,4 milioni di tonnellate (+37,1%). Anche la più consistente tipologia di carichi imbarcati sulle navi transitate nella direzione sud-nord era costituita dalle merci containerizzate con 20,5 milioni di tonnellate (-2,0%) seguita dal petrolio grezzo con 3,7 milioni di tonnellate (-45,6%), dai gasoli con 2,3 milioni di tonnellate (+7,2%) e dal gas naturale liquefatto con 2,3 milioni di tonnellate (+169,4%).

Da evidenziare la prosecuzione del trend di accentuato calo del volume di merci imbarcate sulle navi transitate nel canale di Suez e dirette ai porti del Mediterraneo settentrionale, che lo scorso mese è stato pari a 6,3 milioni di tonnellate, con una diminuzione del -17,2% sul settembre 2018 che rappresenta il tredicesimo dato percentuale mensile consecutivo di segno negativo. Lo scorso mese, invece, le merci a bordo delle navi transitate nel canale che erano provenienti dai porti del Mediterraneo settentrionale sono risultate in aumento del +12,9% essendo ammontate a 4,8 milioni di tonnellate, crescita che però si inquadra in una tendenza generale alla decrescita in atto da metà 2017 e che – come sta accadendo per il flusso delle merci transitato da sud a nord - sta nuovamente accentuando il divario tra i volumi di traffico delle merci movimentati dai porti del Mediterraneo settentrionale e quelli movimentati dai porti nordeuropei, come evidenziato dai grafici allegati.

Nei primi nove mesi del 2019 il canale egiziano è stato attraversato da un totale di 13.854 navi per una capacità commerciale di 892,6 milioni di tonnellate SCNT, con aumenti rispettivamente del +3,0% e del +5,8% sul corrispondente periodo dello scorso anno. Le petroliere sono state 3.745 (+8,4%) per 169,4 milioni di tonnellate SCNT (+11,7%) e le navi di altra tipologia 10.109 (+1,1%) per 723,2 milioni di tonnellate SCNT (+4,5%).

Nei primi nove mesi di quest'anno le navi transitate trasportavano globalmente 766,4 milioni di tonnellate di merci (+5,5%), di cui 412,8 milioni di tonnellate a bordo delle navi transitate nella direzione nord-sud (+8,6%) e 353,6 milioni di tonnellate sulle navi transitate nella direzione sud-nord (+2,0%).

I principali volumi di carichi a bordo delle navi che hanno attraversato il canale dirette a sud erano costituiti da merci containerizzate con 190,9 milioni di tonnellate (+4,9%), da petrolio grezzo con 39,1 milioni di tonnellate (+21,7%), da cereali con 36,4 milioni di tonnellate (-3,1%), da minerali e metalli con 32,1 milioni di tonnellate (+44,5%) e da carburanti con 20,5 milioni di tonnellate (-1,5%). I più consistenti volumi di carichi sulle navi dirette a nord erano costituiti da merci containerizzate con 192,0 milioni di tonnellate (+3,8%), petrolio grezzo con 39,0 milioni di tonnellate (-26,9%), gasoli con 24,3 milioni di tonnellate (+21,5%), gas naturale liquefatto con 18,4 milioni di tonnellate (+49,5%), benzine con 17,8 milioni di tonnellate (+1,9%) e prodotti chimici con 11,7 milioni di tonnellate (+5,7%).


Vincenzo Miele

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail