ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

13 novembre 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 15:27 GMT+1



8 novembre 2019

Lo scorso anno nelle acque dell'UE si sono verificati 3.174 incidenti marittimi

Nel periodo 2011-2018 hanno perso la vita 566 marittimi

Nel 2018 nelle acque dell'Unione Europea si sono verificati 3.174 incidenti marittimi che hanno coinvolto complessivamente 3.515 navi, con diminuzioni rispettivamente del -3,8% e del -3,6% sull'anno precedentemente. Lo rende noto l'ultimo rapporto annuale sugli incidenti marittimi elaborato dall'European Maritime Safety Agency (EMSA) nel quale si specifica che lo scorso anno gli incidenti gravi sono stati 95 (+28,4%). Gli incidenti avvenuti nel 2018 hanno causato la perdita della vita di 53 persone rispetto a 61 nell'anno precedente e il ferimento di altre 941 persone (-7,6%) nonché la perdita di 25 navi rispetto a 12 nel 2018.

Lo scorso anno le navi mercantili coinvolte negli incidenti sono state 1.508 e questi eventi hanno provocato la morte di 36 persone e la perdita di tre navi.

Nel periodo 2011-2018 hanno perso la vita complessivamente 696 persone nel corso di 426 incidenti marittimi, fra cui 566 componenti degli equipaggi delle navi. I marittimi feritisi a causa degli incidenti sono stati 6.062. Quella dei pescherecci continua ad essere la categoria di naviglio che ha registrato la più consistente perdita di navi, che è stata pari a 125 unità nel periodo 2011-2018, e nel periodo il numero di incidenti che ha coinvolto pescherecci è cresciuto del +40%, aumento a cui non è corrisposta una crescita della perdita di vite umane (11) e della perdita di navi (12).


PSA Genova Pra'
Salerno Container Terminal
Logistics Solution
Vincenzo Miele

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail