ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

11 dicembre 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 17:56 GMT+1



12 novembre 2019

ESPO evidenzia l'importanza delle crociere per i porti europei

Ryckbost: «la discussione sulle crociere non può essere ridotta ad un sì oppure ad un no»

L'European Sea Ports Organisation (ESPO) ha illustrato la posizione dell'associazione relativamente alla sostenibilità delle attività crocieristiche nei porti europei, sempre più messa in discussione a causa delle esternalità e del sovraffollamento turistico generato in alcune destinazioni crocieristiche. «Data l'attuale pressione sul comparto delle crociere nei porti europei - ha spiegato Isabelle Ryckbost, segretario generale dell'ESPO - è importante che gli enti che gestiscono i porti chiariscano le cose. La discussione sulle crociere non può essere ridotta ad un sì oppure ad un no. I porti europei hanno degli obiettivi e hanno responsabilità sia di tipo commerciale che sociale. Tutte le attività in un porto devono essere considerate da questa prospettiva, anche da quella delle crociere. Anche se il problema del sovraffollamento turistico può essere differente da porto a porto - ha specificato Ryckbost - tutti i porti ritengono che l'impatto sull'ambiente di qualsiasi attività crocieristica debba essere ridotto al minimo. L'impatto ambientale del trasporto marittimo deve essere ridotto e le compagnie crocieristiche dovrebbero intensificare i loro sforzi in questa direzione. Inoltre il dialogo con le compagnie crocieristiche, la comunità locale e le destinazioni turistiche è al centro di uno sviluppo equilibrato del settore crocieristico in Europa. Infine riteniamo che essere più trasparenti sul valore aggiunto e sulle esternalità sia fondamentali affinché i porti mantengano la loro piena operatività».

Per sostenere la propria posizione l'associazione dei porti europei ha presentato oggi una comunicazione in cui spiega quanto sia importante che i porti europei assicurino la sostenibilità di tutte le loro attività portuali e per evidenziare cosa si può fare per contribuire ad uno sviluppo equilibrato delle attività crocieristiche nei porti europei. Nel documento ESPO specifica che se il turismo crocieristico sta seguendo il trend di crescita dell'intero settore turistico, tuttavia rappresenta una quota molto limitata di questo settore dato il contenuto numero di turisti portati dalle navi da crociera: se nel 2017 nell'Unione Europea sono arrivati 538 milioni di turisti internazionali, pari al 40% del totale mondiale, i passeggeri delle navi da crociera giunti nei porti europei sono stati 6,5 milioni.

Il documento dell'ESPO sottolinea inoltre che l'industria delle crociere contribuisce notevolmente all'economia europea, con una spesa in Europa da parte dei crocieristi e degli equipaggi delle navi da crociera che nel 2017 è ammontata a 4,23 miliardi di euro.

Nel documento l'associazione evidenzia anche l'importanza di continuare a facilitare il dialogo tra i porti e la comunità dell'area che ospita gli scali portuali e di meglio spiegare il valore aggiunto che le attività crocieristiche generano per il porto, per la città e per la regione.

PSA Genova Pra'
Salerno Container Terminal
Logistics Solution
Vincenzo Miele

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail