ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

13 dicembre 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 14:35 GMT+1



25 novembre 2019

Domani nel porto di Gioia Tauro arriveranno tre nuove gru di banchina tra le più grandi al mondo

Nel periodo aprile-ottobre di quest'anno il traffico dei container nello scalo calabrese è aumentato del +15,5%

Domani nel porto di Gioia Tauro arriveranno tre nuove gru di banchina tra le più grandi al mondo essendo in grado di operare su portacontainer della capacità di carico di 22mila teu e avendo un braccio d'estensione che copre 24 righe di container. I mezzi di sollevamento sono partiti lo scorso 31 agosto dal porto cinese di Dalian a bordo della nave Zhi Xian Zhi Xing e hanno circumnavigato l'Africa perché, avendo un'altezza di oltre 87 metri, sono troppo alte per poter attraversare il canale di Suez. Dopo lo sbarco nel porto italiano, fase che richiederà una settimana circa di lavoro, le gru saranno sottoposte ad un periodo di test che durerà alcuni mesi.

Le tre gru hanno una portata è di 65 tonnellate in configurazione “twin lift” e di 75 tonnellate in configurazione “sotto gancio”.

L'Autorità Portuale di Gioia Tauro ha evidenziato che l'arrivo dei nuovi mezzi di sollevamento si inquadra nell'ambito del programma di rilancio del porto calabrese, scalo che nel periodo aprile-ottobre di quest'anno ha registrato un incremento del traffico containerizzato di circa il +15,5% rispetto allo stesso periodo del 2018. Rilancio dell'intera infrastruttura portuale per promuovere il quale l'ente portuale ha avviato un programma triennale di lavori di manutenzione ordinaria dei fondali con l'obiettivo di spianare le dune sottomarine del canale portuale create dall'azione dinamica delle eliche delle navi durante le manovre di partenza ed attracco alle banchine. Nel contempo sono stati effettuati i lavori di totale rifacimento dei piazzali e delle vie di corsa che puntano ad assicurare celere mobilità delle gru di banchina e dei mezzi meccanici di movimentazione dei container e a garantire la piena sicurezza del lavoro.

L'authority portuale ha specificato che la crescita è stata prodotta anche dalla decisione della società armatoriale Mediterranean Shipping Company (MSC), che negli ultimi mesi ha acquisito l'intera proprietà della MCT che gestisce il container terminal di Gioia Tauro ( del 1° aprile 2019), di inserire il porto calabrese nelle toccate di riferimento delle tratte internazionali dell'alleanza armatoriale 2M costituita da MSC con Maersk Line, grazie alla quale da aprile ad ottobre 65 Ultra Large Container Vessel della portata superiore ai 19mila teu hanno fatto scalo a Gioia Tauro.

«Qui - ha commentato il commissario straordinario dell'ente portuale, Andrea Agostinelli - non si tratta di progettualità astratta, ma di investimenti concreti e visibili, cui - ha denunciato - non fa riscontro, purtroppo, una risposta dello Stato sotto il profilo, ad esempio, di una piena funzionalità della ZES e degli strumenti, penso al credito d'imposta sugli investimenti della logistica, ad essa collegati. Siamo comunque soddisfatti. Il rilancio del porto di Gioia Tauro parte oggi e l'Autorità Portuale ha inserito nel suo bilancio previsionale le risorse per coadiuvare lo sforzo del privato».


PSA Genova Pra'
Salerno Container Terminal
Logistics Solution
Vincenzo Miele

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail