ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

25 settembre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 21:19 GMT+2



19 dicembre 2019

A novembre le navi transitate nel canale di Suez trasportavano 85,2 milioni di tonnellate di merci (+1,8%)

A bordo di quelle dirette a sud i carichi erano pari a 50,1 milioni di tonnellate (+4,2%) e su quelle dirette a nord a 35,1 milioni di tonnellate (-1,3%)

Lo scorso mese il canale di Suez è stato attraversato da 1.594 navi, con un incremento del +4,3% sul novembre 2018, di cui 454 petroliere (+10,2%) e 1.140 navi di altro tipo (+2,1%). Le navi transitate nella via d'acqua egiziana trasportavano complessivamente 85,2 milioni di tonnellate di merci, volume di carichi che rappresenta il record storico relativamente al mese di novembre e un aumento del +1,8% sul novembre 2018 quando era stato stabilito il precedente record. Anche i soli carichi a bordo delle navi che hanno attraversato il canale dirette a sud hanno segnato un nuovo record per il mese di novembre essendo state pari a 50,1 milioni di tonnellate (+4,2% sul novembre 2018), mentre i carichi stivati sulle navi dirette nella direzione opposta hanno registrato per il quinto mese consecutivo un calo essendo state pari a 35,1 milioni di tonnellate (-1,3%).

Le principale tipologie di carichi a bordo delle navi dirette a sud erano costituiti da merci containerizzate (20,9 milioni di tonnellate, -0,3%), petrolio grezzo (7,6 milioni di tonnellate, +32,9%), cereali (5,2 milioni di tonnellate, +19,3%), minerali e metalli (4,1 milioni di tonnellate, +5,3%), carburanti (1,9 milioni di tonnellate, -48,9%), carbone e coke (1,5 milioni di tonnellate, +21,2%), fertilizzanti (1,4 milioni di tonnellate, +63,2%), nafta (1,2 milioni di tonnellate, -18,7%) e gas naturale liquefatto (892mila tonnellate, +114,4%).

Tra i principali volumi di carichi imbarcati sulle navi dirette a nord figurano le merci in container con 19,3 milioni di tonnellate (+2,1%), il petrolio grezzo con 3,3 milioni di tonnellate (-14,6%), i gasoli con 2,7 milioni di tonnellate (+39,3%), il gas naturale liquefatto con 1,7 milioni di tonnellate (+23,9%), le benzine con 1,4 milioni di tonnellate (-20,8%), il carbone e coke con 1,4 milioni di tonnellate (-29,8%), i prodotti chimici con 1,1 milioni di tonnellate (-5,0%) e gli oli vegetali con 896mila tonnellate (+9,5%).

Quanto ai carichi a bordo delle navi che lo scorso mese hanno attraversato il canale egiziano dirette verso sud e che sono state imbarcate nei porti del Mediterraneo settentrionale, quindi principalmente dai porti italiani, il totale è stato di 5,7 milioni di tonnellate, con una crescita del +4,9% sul novembre 2018. Invece i carichi a bordo delle navi che sono passate nel canale dirette a nord e destinati ad essere sbarcati nei porti del Mediterraneo settentrionale hanno segnato - per il quindicesimo mese consecutivo - una diminuzione essendo stati pari a 5,9 milioni di tonnellate (-12,2%).

Nei primi undici mesi del 2019 il canale è stato attraversato complessivamente da 17.229 navi, con una progressione del +3,6% sullo stesso periodo dello scorso anno, di cui 4.681 petroliere (+8,7%) e 12.548 unità di altra tipologia (+1,8%). Le navi transitate trasportavano un totale di 942,9 milioni di tonnellate di merci (+4,8%), di cui 517,9 milioni di tonnellate sulle navi dirette a sud (+8,4%) e 425,1 milioni di tonnellate su quelle dirette a nord (+0,8%).

Tra i più consistenti volumi di carichi a bordo delle navi dirette a sud figuravano le merci in container (234,6 milioni di tonnellate, +4,4%), il petrolio grezzo (52,9 milioni di tonnellate, +24,3%), i cereali (47,4 milioni di tonnellate, +0,3%), i minerali e metalli (42,5 milioni di tonnellate, +44,2%), i carburanti (24,8 milioni di tonnellate, -10,2%), il carbone e coke (22,9 milioni di tonnellate, +20,5%), i fertilizzanti (15,3 milioni di tonnellate, +10,4%), la nafta (13,9 milioni di tonnellate, +10,2%) e i prodotti in metallo (9,7 milioni di tonnellate, +14,6%). I più consistenti volumi di carichi a bordo delle navi dirette a nord erano costituiti da merci in container con 231,9 milioni di tonnellate (+3,4%), petrolio grezzo con 45,1 milioni di tonnellate (-28,8%), gasoli con 30,2 milioni di tonnellate (+26,4%), gas naturale liquefatto con 22,1 milioni di tonnellate (+44,0%), benzine con 20,9 milioni di tonnellate (+0,6%), prodotti chimici con 13,9 milioni di tonnellate (+3,6%), prodotti in metallo con 11,7 milioni di tonnellate (-19,3%), oli vegetali con 11,3 milioni di tonnellate (+10,1%) e carbone e coke con 9,9 milioni di tonnellate (-14,6%).

Nei primi undici mesi di quest'anno i carichi imbarcati nei porti del Mediterraneo sulle navi che hanno attraversato il canale di Suez dirette a sud sono ammontati a 55,1 milioni di tonnellate (-3,6%), mentre quelli a bordo delle navi transitate nel canale nella direzione opposta e sbarcati negli scali portuali del Mediterraneo settentrionale hanno totalizzato 77,2 milioni di tonnellate (-15,0%).




PSA Genova Pra'
Autorità di Sistema Portuale Mar Ligure Orientale

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail