ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

20 settembre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 11:15 GMT+2



20 dicembre 2019

Nel quarto trimestre dell'esercizio 2019 l'utile netto di Carnival Corporation è calato del -14,4%

È entrata in servizio “Costa Smeralda”, la nuova ammiraglia di Costa Crociere che è alimentata a gas naturale liquefatto

Nel quarto trimestre dell'esercizio finanziario 2019, periodo che è terminato lo scorso 30 novembre, i ricavi del gruppo crocieristico statunitense Carnival Corporation sono aumentati del +7,3% salendo a 4,78 miliardi di dollari rispetto a 4,46 miliardi di dollari nel corrispondente periodo dell'esercizio precedente. L'incremento è stato determinato principalmente dal rialzo del +29,9% dei ricavi derivanti dalle vendite a bordo delle navi che sono ammontati a 1,52 miliardi di dollari, crescita che è effetto essenzialmente dell'adozione di nuovi principi contabili. La vendita delle crociere ha fruttato 3,17 miliardi di dollari, con una diminuzione del -2,0% sull'ultimo trimestre dell'esercizio finanziario 2018.

I costi sono aumentati del +10,1% attestandosi a 4,30 miliardi di dollari, incremento prodotto soprattutto dalla progressione del +214,4% - anch'essa frutto dell'adozione di nuovi principi contabili - degli oneri delle attività a bordo delle navi che sono stati pari a 578 milioni di dollari. L'utile operativo ha totalizzato 484 milioni di dollari (-12,3%) e l'utile netto 423 milioni di dollari (-14,4%).

Nel periodo settembre-novembre di quest'anno le navi delle flotte del gruppo, che sono operate con i marchi AIDA Cruises, Carnival Cruise Line, Costa Crociere, Cunard, Holland America Line, P&O Cruises (Australia), P&O Cruises (UK), Princess Cruises e Seabourn, hanno ospitato 3,08 milioni di passeggeri (+2,1%).

Nell'intero esercizio finanziario 2019 i ricavi del gruppo si sono attestati a 20,82 miliardi di dollari, con un aumento del +10,3% sull'esercizio precedente, l'utile operativo è stato pari a 3,27 miliardi di dollari (-1,5%) e l'utile netto a 2,99 miliardi di dollari (-5,2%). Nell'anno le navi hanno ospitato 12,87 milioni di passeggeri (+3,7%).

Carnival ha reso noto che ad oggi le prenotazioni per le crociere del gruppo in programma nel 2020 risultano lievemente superiori a quelle del 2019, mentre i prezzi delle crociere del prossimo anno risultano lievemente inferiori.

Oggi intanto, con il primo scalo a Savona, è entrata ufficialmente in servizio Costa Smeralda, la nuova ammiraglia di Costa Crociere che è alimentata a gas naturale liquefatto sia in porto sia in navigazione con lo scopo di migliorare la qualità dell'aria e proteggere l'ambiente, eliminando quasi totalmente le emissioni di ossidi di zolfo (zero emissioni) e particolato (riduzione del 95-100%), e riducendo significativamente anche le emissioni di ossido di azoto (riduzione diretta dell'85%) e di CO2 (riduzione sino al 20%).

Costa Smeralda fa parte di un piano di espansione che comprende un totale di sette nuove navi in consegna per il gruppo Costa entro il 2023, per un investimento complessivo di oltre sei miliardi di euro. Di queste, cinque navi, comprese Costa Smeralda e la sua gemella Costa Toscana che sarà operativa nel 2021, saranno alimentate a GNL.

La nuova ammiraglia, che ha una stazza lorda di oltre 180.000 tonnellate ed è stata costruita nel cantiere Meyer di Turku (Finlandia), partirà domani per la sua prima crociera nel Mediterraneo proprio da Savona. L'itinerario di una settimana toccherà Marsiglia, Barcellona, Palma di Maiorca, Civitavecchia e La Spezia.




PSA Genova Pra' Autorità di Sistema Portuale Mar Ligure Orientale

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail