ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

28 marzo 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 22:05 GMT+1



2 marzo 2020

La Commissione Europea sollecita l'Italia a recuperare da Tirrenia 15 milioni di euro di aiuti incompatibili con le norme UE

Conformi alle normative, invece, gran parte delle compensazioni degli obblighi di servizio pubblico concesse alla compagnia di navigazione

La Commissione Europea ha chiesto all'Italia di recuperare 15 milioni di euro di aiuti concessi alla compagnia di navigazione Tirrenia in quanto incompatibili con le norme dell'UE in materia di aiuti di Stato. Se Bruxelles, infatti, ha stabilito che gran parte delle compensazioni degli obblighi di servizio pubblico concesse alla Tirrenia e successivamente al suo acquirente Compagnia Italiana di Navigazione (CIN) per lo svolgimento di servizi di marittimi atti a garantire la continuità territoriale sono conformi alle norme dell'UE in materia di aiuti di Stato, la Commissione ritiene che altre misure concesse alla Tirrenia non lo siano.

In particolare, relativamente alle misure adottate a favore di Tirrenia e CIN a partire dal 2009, la Commissione ha valutato che le compensazioni degli obblighi di servizio pubblico, pari a circa 265 milioni di euro, concesse a Tirrenia per la gestione di dodici rotte marittime dal primo gennaio 2009 al 18 luglio 2012 sono compatibili con la disciplina SIEG del 2011 per alcune rotte e con la decisione SIEG del 2005 per quanto riguarda le altre rotte, in quanto sono andate a soddisfare una reale necessità di servizio pubblico, garantendo collegamenti con frequenza regolare durante tutto l'anno. Inoltre - ha precisato Bruxelles - l'aiuto concesso non ha comportato una sovracompensazione a favore di Tirrenia.

Inoltre la Commissione ha ritenuto che le compensazioni degli obblighi di servizio pubblico, pari a circa 581 milioni di euro, concesse a CIN per il periodo dal 18 luglio 2012 al 18 luglio 2020 e la gara d'appalto per la vendita a CIN del ramo d'azienda di Tirrenia non si configurano come aiuti di Stato in quanto i criteri di cui alla causa C-280/00 Altmark Trans risultano soddisfatti.

La Commissione ha invece reputato incompatibile con gli orientamenti sugli aiuti di Stato per il salvataggio e la ristrutturazione delle imprese del 2004 la proroga di un anno, oltre il periodo di sei mesi previsto, dell'aiuto al salvataggio concesso a Tirrenia. Bruxelles ha rilevato inoltre che l'utilizzo a fini di liquidità dei fondi destinati alla ristrutturazione delle navi costituisce un aiuto al funzionamento, dal momento che Tirrenia non ha rimborsato tali fondi allo Stato né li ha utilizzati per il loro scopo originario (il miglioramento della flotta) e che pertanto tale aiuto è incompatibile con gli orientamenti sugli aiuti di Stato. Infine la Commissione ha specificato che le esenzioni dal pagamento di alcune imposte di cui ha beneficiato Tirrenia nel contesto del processo di privatizzazione, che hanno ridotto i costi che Tirrenia avrebbe altrimenti dovuto sostenere, costituiscono un aiuto incompatibile con il trattato sul funzionamento dell'Unione Europea.

La cifra complessiva che la Commissione UE ha chiesto all'Italia di recuperare ammonta a circa 14 milioni di euro interessi inclusi e, poiché la Commissione ha concluso che non vi è alcuna continuità economica tra Tirrenia e il suo acquirente CIN, il recupero dell'aiuto incompatibile riguarderà soltanto Tirrenia che è già in stato di liquidazione.

Relativamente alle compensazioni degli obblighi di servizio pubblico concesse tra il 1992 e il 2008 alle società dell'ex gruppo Tirrenia (Adriatica, Caremar, Saremar, Siremar e Toremar), queste sono ritenute conformi alle norme dell'UE tranne quelle concesse ad Adriatica di Navigazione per l'esercizio di una rotta da e verso la Grecia nel periodo dal gennaio 1992 al luglio 1994 in quanto - ha spiegato la Commissione Europea - all'epoca Adriatica aveva preso parte ad un cartello in cui venivano fissati i prezzi delle tariffe applicabili ai veicoli commerciali su tale rotta. Questo aiuto incompatibile con le norme UE, che ammonta a circa un milione di euro interessi inclusi, dovrà essere recuperato e, poiché Adriatica è stata acquisita da Tirrenia nel 2004 e la Commissione ha concluso che non vi è alcuna continuità economica tra Tirrenia e CIN, l'Italia dovrà recuperare l'aiuto incompatibile presso Tirrenia.

Logistics Solution
Evergreen Line

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail