ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

8 aprile 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 04:13 GMT+2



18 marzo 2020

L'associazione dei porti europei sollecita l'UE e gli Stati membri a dare priorità al trasporto delle merci

O'Reilly: questi sono tempi straordinari e difficili ed è vitale che beni e ai materiali essenziali possano essere scambiati senza interruzioni

In questa fase dell'emergenza per la diffusione del coronavirus sul territorio dell'UE i porti europei chiedono alla Commissione Europea e agli Stati membri dell'UE di dare priorità al mantenimento delle attività di trasporto delle merci. Se da una parte - ha evidenziato oggi l'European Sea Ports Organisation (ESPO) - è inevitabile che il movimento delle persone debba essere controllato e limitato, è altrettanto essenziale che i beni possano continuare a fluire nella massima misura possibile. L'associazione dei porti europei ha sottolineato inoltre che in questo contesto gli scali portuali, quali principali componenti della catena di fornitura di beni e materiali essenziali per i cittadini europei, stanno facendo tutto il possibile per assicurare e garantire la continuità delle loro attività anche nelle prossime settimane salvaguardando il loro personale e cercando di evitare l'ulteriore diffusione del coronavirus.

Alla Commissione e agli Stati dell'UE l'ESPO sollecita di assumere tutte le misure necessarie per mantenere gli scambi commerciali, al fine di garantire che beni e materiali vitali possano essere consegnati ai cittadini in tutta l'UE, e di assicurarsi che la chiusura dei confini non interrompa il flusso delle merci.

«Questi - ha rilevato il presidente dell'ESPO, Eamonn O'Reilly - sono tempi straordinari e difficili per tutti ed è vitale che le catene di approvvigionamento che consentono ai beni e ai materiali essenziali di spostarsi in Europa continuino a funzionare senza interruzioni per quanto possibile. I porti europei sono impegnati a continuare a sostenere il flusso di merci essenziali insieme a tutti gli altri operatori della supply chain nei settori del trasporto marittimo, della distribuzione e del trasporto».

«Il 90% degli scambi con i Paesi terzi e oltre un terzo degli scambi intracomunitari - ha ricordato Isabelle Ryckbost, segretaria generale dell'associazione dei porti europei - passa attraverso porti europei. In caso di emergenza i porti svolgono un ruolo essenziale nel fornire ai cittadini, ai servizi sanitari e alle imprese i prodotti e i materiali di cui hanno bisogno. I porti europei prendono molto sul serio questa responsabilità pubblica. Contano sull'Unione europea e sugli Stati membri per fornire loro il sostegno necessario per svolgere questo ruolo».

Evergreen Line
csteinweg

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail