ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

8 aprile 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 16:58 GMT+2



25 marzo 2020

La IATA prevede che nel 2020 le compagnie aeree perderanno 252 miliardi di dollari di ricavi

Questo se le limitazioni ai viaggi e la conseguente crisi economica per l'emergenza coronavirus dureranno tre mesi

Nell'arco di soli 19 giorni le previsioni dell'impatto negativo della diffusione su scala mondiale del virus Covid-19 sul volume d'affari delle compagnie aeree sono passate da cattive a pessime. Lo scorso 5 marzo l'International Air Transport Association (IATA) riteneva che le minori entrate per le compagnie aeree causate dall'emergenza sanitaria sarebbero ammontate nel 2020 tra 63 miliardi e 113 miliardi di dollari, cifre relative solo all'impatto della crisi sull'attività di trasporto dei passeggeri in quanto non erano ancora disponibili stime sugli effetti della pandemia sul trasporto aereo delle merci. Ieri la IATA ha presentato un aggiornamento della propria analisi sull'impatto dell'emergenza sulle entrate delle compagnie aeree annunciando che quest'anno potrebbero essere inferiori di 252 miliardi di dollari rispetto al 2019, ovvero calare del -44%. L'associazione ha precisato che questo scenario è basato su una durata di tre mesi delle restrizioni ai viaggi e della prevista recessione globale determinata dalla crisi, periodo a cui dovrebbe seguire una graduale ripresa economica.

In particolare, l'associazione prevede che la riduzione dei ricavi sarà ripartita in 88 miliardi di dollari per le compagnie aeree dell'Asia/Pacifico, 76 miliardi per quelle europee, 50 miliardi per i vettori nordamericani, 19 miliardi per quelli del Medio Oriente, 15 miliardi per le compagnie sudamericane e quattro miliardi per le compagnie aeree africane.

«Il settore aereo - ha sottolineato il direttore generale e amministratore delegato della IATA, Alexandre de Juniac - affronta la sua crisi più grave. Nel giro di poche settimane il nostro precedente scenario peggiore sembra migliore delle nostre ultime stime. Ma senza immediate misure governative di aiuto l'industria non sopravviverà». De Juniac ha evidenziato che, come richiesto nei giorni scorsi ( del 19 marzo 2020), «le compagnie aeree hanno bisogno di un sostegno alla liquidità di 200 miliardi di dollari solo per andare avanti, ma molti altri ne dovranno seguire».

Evergreen Line
csteinweg

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail