ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

6 giugno 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 22:37 GMT+2



7 aprile 2020

Protocollo d'intesa per la realizzazione di un Polo integrato gomma-treno a Catania

È stato siglato da Regione Siciliana, Rete Ferroviaria Italiana e Società Interporti Siciliani

Regione Siciliana, Rete Ferroviaria Italiana (RFI) e la Società Interporti Siciliani (SIS) hanno sottoscritto un protocollo d'intesa per la connessione infrastrutturale e funzionale fra la futura nuova stazione di Bicocca e l'Interporto di Catania. «L'Interporto di Catania, dopo anni di attese e ritardi - ha sottolineato il presidente della Regione, Nello Musumeci - si avvia finalmente a essere completato per diventare così un'infrastruttura strategica per la movimentazione di merci in tutta la Sicilia. Era fondamentale, dunque, mettere in sinergia quest'opera al futuro, rinnovato, assetto del Polo ferroviario di Catania, che prevede lo spostamento dell'attuale stazione di Bicocca, in conseguenza dell'allungamento delle piste dell'aeroporto Fontanarossa».

«In questi mesi - ha aggiunto l'assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone - abbiamo rimesso in piedi la SIS, affidato il Polo logistico e, entro l'estate, avvieremo la costruzione del Polo intermodale salvando l'Interporto di Catania da un destino di incompiutezza e spreco. Grazie al protocollo con RFI ci impegniamo a coordinare gli investimenti della SIS e quelli previsti sulla linea ferroviaria per costruire la nuova stazione di Bicocca. Daremo così vita a un grande Polo integrato gomma-treno, condividendo strategie di gestione e di sviluppo delle infrastrutture che la SIS e RFI realizzeranno alle porte del capoluogo etneo».



csteinweg

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail