ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

30 maggio 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 23:40 GMT+2



12 maggio 2020

Lo scorso anno è calato il volume di merci trasportate su strada e su rotaia attraverso le Alpi svizzere

Accentuazione della flessione nel secondo semestre

Nel 2019 il volume di merci trasportate su strada e su rotaia attraverso le Alpi svizzere è stato inferiore a quello dell'anno precedente. Lo ha reso noto oggi l'Ufficio Federale elvetico dei Trasporti specificando che lo scorso anno sono stati registrati i transiti di 898mila veicoli pesanti e autotreni, con un calo del -4,6% rispetto al 2018 e con una diminuzione di circa 500mila veicoli rispetto al 2000 anno in cui l'introduzione della tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni (TTPCP) e l'autorizzazione graduale degli automezzi da 40 tonnellate hanno creato nuove condizioni quadro.

L'UFT ha specificato che la causa principale della flessione del traffico merci stradale attraverso le Alpi è stato l'indebolimento della congiuntura nei Paesi di rilevanza per il trasporto merci attraverso la Svizzera, in particolare la stagnazione del volume di commercio estero dell'Italia verso la zona UE.

Ai due valichi alpini più importanti il volume di traffico nel 2019 è stato inferiore a quello del 2018: la flessione più accentuata (-8,7%) si è registrata al San Bernardino, secondo maggior valico (14,6% di tutti i transiti), mentre al San Gottardo (71,6% di tutti i transiti) è stata del -5,1%. Al Sempione, dopo il calo registrato nel 2018 a seguito delle chiusure dovute a intemperie, il numero di transiti è aumentato del +3,7%; al Gran San Bernardo è stato rilevato un incremento pari al +1,8%. Al Brennero il numero di transiti è nuovamente aumentato, passando a 2,47 milioni (+1,9%) contro i 2,42 milioni del 2018. I due valichi francesi hanno segnato una stagnazione, con variazioni minime sia al Fréjus (-0,5%) sia al Monte Bianco (+0,0%).

Nel 2019 il volume di trasporti su strada attraverso le Alpi misurato in tonnellate ha registrato un calo del -4,8% essendo transitate 11,1 milioni di tonnellate di carichi.

Nel solo secondo semestre del 2019 il numero di veicoli merci pesanti nel traffico merci transalpino è diminuito del -6,7% rispetto allo stesso semestre dell'anno precedente scendendo a 434mila mezzi.

Nell'intero 2019 è risultato in diminuzione anche il traffico merci ferroviario attraverso le Alpi svizzere che ha registrato un volume di circa 26,6 milioni di tonnellate (-4,6%). L'UFT ha spiegato che anche in questo caso il trend di calo è riconducibile principalmente alla debole situazione congiunturale. Inoltre l'evoluzione è limitata dall'affidabilità tuttora insufficiente del traffico merci su rotaia lungo il corridoio Reno-Alpi come pure da numerosi ulteriori eventi straordinari, quali il lungo sciopero in Francia.

Considerando singolarmente gli assi ferroviari, nel 2019 si è delineato un calo dei volumi sia al Sempione (-8,5%) sia al San Gottardo (-1,4%). Particolarmente interessato dalla riduzione dei volumi è stato il trasporto a carri completi (TCC), che ha registrato una riduzione del -9,3%. Sull'autostrada viaggiante (Rola) il volume si è ridotto del -5,5%, mentre per il traffico combinato non accompagnato (TCNA) la diminuzione è stata del -2,7%.

Nel solo secondo semestre del 2019 la flessione del traffico merci ferroviario è stata del -5,6% è quindi più consistente rispetto a quella del primo semestre 2019 (-3,7 %).

Nell'intero 2019 le quote di mercato di traffico merci transalpino delle imprese di trasporto ferroviario hanno subito variazioni limitate rispetto al 2018. SBB CFF FFS Cargo International si è confermata leader del mercato anche nel 2019 (-1,0 punti percentuali rispetto al 2018) nonostante abbia registrato delle perdite, con una quota di mercato pari al 39,5%. Al secondo posto resta la BLS Cargo, con una quota del 28,1% (+0,5 punti percentuali rispetto al 2018); al terzo si posiziona SBB CFF FFS Cargo con il 23,6%. La quota delle restanti imprese, pari a solo all'8,8% (+2,0 punti percentuali rispetto al 2018), è esigua e quella più consistente è detenuta da DB Cargo (5,3%).




csteinweg Salerno Container Terminal

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail