ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

3 giugno 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 12:19 GMT+2



20 maggio 2020

Ad aprile il traffico dei container movimentato dai porti marittimi cinesi è diminuito del -5,1%

Gli scambi commerciali con l'estero attraverso gli scali costieri sono ammontati complessivamente a 316,6 milioni di tonnellate (+2,9%)

Lo scorso mese i porti cinesi hanno movimentato 1,19 miliardi di tonnellate di merci, con una progressione del +4,1% sull'aprile 2019, di cui 353,6 milioni di tonnellate di scambi commerciali con l'estero (+2,4%). I soli porti marittimi hanno movimentato 764,7 milioni di tonnellate (+1,6%), di cui 316,6 milioni di tonnellate con l'estero (+2,9%), mentre gli inland port hanno movimentato 428,1 milioni di tonnellate (+9,0%), di cui 36,9 milioni di tonnellate con l'estero (-1,4%).

Relativamente al dato del traffico delle merci movimentato dai porti interni cinesi, il Ministero dei Trasporti di Pechino ha aggiornato i dati relativi al traffico movimentato dagli inland port della Provincia di Hubei che è stata epicentro della pandemia di Covid-19 diffusasi in tutto il mondo: Se lo scorso mese il totale è stato di 25,8 milioni di tonnellate, con un incremento del +3,7% sull'aprile 2019, di cui 8,4 milioni di tonnellate movimentate dai soli porti interni di Wuhan, città focolaio principale del contagio, dove è stato registrato un aumento del +18,7%, e se a marzo 2020 – come già reso noto - i porti interni della Provincia avevano registrato un calo del -13,2% del traffico rispetto al marzo 2019, con una sorprendente crescita del +38,2% a Wuhan, i dati di gennaio e febbraio di quest'anno – in precedenza non comunicati e ora resi noti dal Ministero dei Trasporti – indicano che a febbraio 2020 nella Provincia di Hubei sono state movimentate 11,8 milioni di tonnellate di merci, con una diminuzione del -16,2% sul febbraio 2019, di cui 5,7 milioni di tonnellate nella sola Wuhan, con un accentuato rialzo del +34,7%, mentre a gennaio 2020 il traffico nella Provincia aveva segnato un'altrettanto sorprendente crescita del +17,6% essendo ammontato a 23,4 milioni di tonnellate, di cui 8,9 milioni di tonnellate movimentate a Wuhan (+84,5%).

Ad aprile 2020 i principali porti marittimi cinesi per volume di traffico movimentato sono stati Ningbo-Zhoushan con 95,6 milioni di tonnellate (+3,0%), Guangzhou con 53,5 milioni di tonnellate (+3,3%), Shanghai con 52,7 milioni di tonnellate (-6,7%), Tangshan con 51,8 milioni di tonnellate (+1,3%), Qingdao con 47,8 milioni di tonnellate (+3,5%), Tianjin con 42,2 milioni di tonnellate (-1,5%), Rizhao con 40,8 milioni di tonnellate (+10,8%) e Yantai con 32,6 milioni di tonnellate (-0,2%).

Relativamente al solo traffico containerizzato movimentato nell'aprile 2020, il totale nazionale è stato di 20,7 milioni di teu (-5,8%), di cui 18,2 milioni di teu movimentati dai porti marittimi (-5,1%) e 2,4 milioni di teu dai porti interni (-10,7%). I principali porti per volume di traffico dei container sono stati Shanghai con 3,5 milioni di teu (-2,9%), Ningbo-Zhoushan con 2,1 milioni di teu (-4,9%), Guangzhou con 2,0 milioni di teu (+5,3%), Shenzhen con 1,7 milioni di teu (-17,8%), Qingdao con 1,7 milioni di teu (-4,5%), Tianjin con 1,5 milioni di teu (+4,1%) e Xiamen con 850mila teu (-13,3%).

Nel primo quadrimestre di quest'anno il traffico complessivo delle merci movimentato dai porti cinesi è stato pari a 4,20 miliardi di tonnellate, con una riduzione del -2,3% sui primi quattro mesi del 2019, di cui 1,39 miliardi di tonnellate di commercio con l'estero (+0,9%). I soli porti marittimi hanno movimentato 1,25 miliardi di tonnellate (-2,5%), di cui 1,25 miliardi di tonnellate di scambi con l'estero (+1,2%), e gli inland port 1,36 miliardi di tonnellate (-1,9%), di cui 144,2 milioni di tonnellate di commercio estero (-1,8%).

I più rilevanti volumi di traffico sono stati movimentati dai porti di Ningbo-Zhoushan (346,1 milioni di tonnellate, -0,6%), Tangshan (193,4 milioni di tonnellate, -9,2%), Qingdao (191,6 milioni di tonnellate, +4,0%), Shanghai (191,6 milioni di tonnellate, -12,9%), Guangzhou (188,9 milioni di tonnellate, -2,5%), Rizhao (159,7 milioni di tonnellate, +6,1%), Tianjin (153,3 milioni di tonnellate, +3,4%), Yantai (124,8 milioni di tonnellate, -1,5%) e Dalian (109,3 milioni di tonnellate, +0,4%).

Il solo traffico containerizzato movimentato nei primi quattro mesi del 2020 è stato pari a 75,8 milioni di teu (-7,8%), di cui 67,6 milioni di teu movimentati dai porti marittimi (-7,4%) e 8,2 milioni di teu dai porti interni (-10,7%). I più consistenti volumi di carichi containerizzati sono stati movimentati dal porto di Shanghai con 12,8 milioni di teu (-8,5%) seguito dai porti di Ningbo-Zhoushan con 8,3 milioni di teu (-7,4%), Shenzhen con 7,0 milioni di teu (-13,4%), Qingdao con 6,7 milioni di teu (+0,4%), Guangzhou con 6,7 milioni di teu (-6,3%), Tianjin con 5,2 milioni di teu (-0,3%), Xiamen con 3,4 milioni di teu (-8,3%) e Dalian con 2,0 milioni di teu (-29,4%).




csteinweg Salerno Container Terminal

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail