ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

4 luglio 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 03:27 GMT+2



19 giugno 2020

Il porto di Brema è stato appena sfiorato dall'impatto della pandemia

Lo scorso aprile cali significati solo nei settori delle merci convenzionali e delle auto

Ad aprile scorso gli effetti della pandemia di Covid-19 sui traffici marittimi sembra aver interessato solo marginalmente l'attività del porto tedesco di Brema/Bremerhaven che nel mese, quando è iniziato e proseguito il trend discendente del numero dei contagiati in Germania, ha movimentato 5,95 milioni di tonnellate di merci, con una lieve flessione del -0,6% sull'aprile 2019 che è stata prodotta dalla rilevante diminuzione del -14,0% traffico in uscita, che si è attestato a 2,65 milioni di tonnellate, mentre quello in entrata è aumentato del +13,6% a 3,30 milioni di tonnellate.

Come per altri principali scali portuali mondiali, a Brema l'impatto sul traffico complessivo si è avvertito maggiormente nel segmento del traffico delle auto nuove di fabbrica che nel porto tedesco ha accusato un forte calo del -54,7% essendo ammontato ad oltre 88mila veicoli nonché nel settore delle merci varie non containerizzate nel quale sono state movimentate 494mila tonnellate (-36,2%), di cui 223mila tonnellate di rotabili (-44,4%), 65mila tonnellate di siderurgici (-74,5%), 48mila tonnellate di prodotti forestali (-18,6%) e 158mila tonnellate di altri carichi (+167,8%).

Il traffico dei container conteggiato in termini di contenitori da 20 piedi (teu) movimentati è stato pari a 400mila teu, con una diminuzione del -2,0%, traffico, percentuale che risulta invece in crescita del +1,7% se calcolato in termini di peso essendo state movimentate 4,63 milioni di tonnellate. Deciso, inoltre, l'incremento delle rinfuse, con i carichi liquidi che hanno totalizzato 195mila tonnellate (+30,0%) e quelli solidi 635mila tonnellate (+22,8%) incluse 346mila tonnellate di minerali (+4,8%), 44mila tonnellate di cereali e prodotti alimentari (-10,2%), 22mila tonnellate di carbone e coke (+120,0%) e 418mila tonnellate di altre rinfuse solide (+50,4%).

Nel primo quadrimestre del 2020 il porto tedesco ha movimentato complessivamente 23,77 milioni di tonnellate di merci, con una progressione del +0,7% sul periodo gennaio-aprile dello scorso anno, di cui 12,05 milioni di tonnellate allo sbarco (+1,5%) e 11,72 milioni di tonnellate all'imbarco (-0,2%). Il totale delle merci varie è stato di 20,91 milioni di tonnellate (+1,0%), di cui 18,01 milioni di tonnellate di merci in container (+1,3%) realizzate con una movimentazione di contenitori pari a 1,61 milioni di teu (-2,6%) e 2,90 milioni di tonnellate di merci convenzionali (-0,9%). Le rinfuse liquide sono state pari a 689mila tonnellate (+16,4%) e quelle solide a 2,18 milioni di tonnellate (-6,2%).




PSA Genova Pra'

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail