ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

1 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 06:06 GMT+2



5 agosto 2020

Nel secondo trimestre di quest'anno il traffico delle merci nel porto di Ravenna è diminuito del -26,2%

Segnali di ripresa a luglio

Lo scorso mese il traffico nel porto di Ravenna è diminuito del -25,6% essendo stato pari a 1,8 milioni di tonnellate rispetto a 2,4 milioni di tonnellate nel giugno 2019, flessione che porta a -26,2% la riduzione complessiva dei volumi movimentati dallo scalo nel primo trimestre del 2020 che sono ammontati a quasi 3,3 milioni di tonnellate rispetto a 4,7 milioni di tonnellate nel periodo aprile-giugno dello scorso anno.

A giugno 2020, ad eccezione dei rotabili che sono cresciuti del +5,8% a 151mila tonnellate, sono risultate in diminuzione tutte le altre tipologie di merci a partire dai prodotti petroliferi e dalle altre rinfuse liquide che sono state pari rispettivamente a 234mila tonnellate (-16,0%) e 122mila tonnellate (-22,1%). Le rinfuse secche hanno totalizzato 634mila tonnellate (-35,6%). Le merci convenzionali sono state 471mila tonnellate (-25,1%) e le merci containerizzate 190mila tonnellate (-17,8%).

Nel secondo trimestre di quest'anno le rinfuse liquide sono calate del -20,9% a 975mila tonnellate, di cui 518mila tonnellate di prodotti petroliferi (-27,1%), 275mila tonnellate di derrate alimentari (-14,7%) e 181mila tonnellate di prodotti chimici (-8,8%). Le merci containerizzate sono ammontate a 573mila tonnellate (-11,3%) e sono state realizzate con una movimentazione di contenitori pari a 51mila teu (-11,6%). I rotabili sono stati 314mila tonnellate (-21,7%). Tra le altre merci secche, attestatesi globalmente a 3,3 milioni di tonnellate (-30,0%), i prodotti metallurgici sono stati pari a 1,1 milioni di tonnellate (-39,6%), i minerali greggi, manufatti e materiali da costruzione a 816mila tonnellate (-44,8%), le derrate alimentari a 731mila tonnellate (+32,0%), i concimi a 337mila tonnellate (+35,5%), i prodotti agricoli a 214mila tonnellate (-44,3%), i prodotti chimici a 16mila tonnellate (-28,3%) e i combustibili e minerali solidi a 15mila tonnellate (-84,0%).

Nei primi sei mesi di quest'anno il traffico complessivo è stato di 10,7 milioni di tonnellate, con una contrazione del -19,7% sulla prima metà del 2019. Le rinfuse solide hanno totalizzato 4,3 milioni di tonnellate (-19,9%), i prodotti petroliferi 1,1 milioni di tonnellate (-16,2%) e le altre rinfuse liquide 927mila tonnellate (-7,1%). Nel settore delle merci convenzionali sono state movimentate 2,6 milioni di tonnellate (-28,4%), in quello dei container 1,1 milioni di tonnellate (-10,2%) con una movimentazione di contenitori pari a 99mila teu (-9,8%) e nel segmento dei carichi ro-ro 679mila tonnellate (-14,9%).

L'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centro Settentrionale ha reso noto che, dopo i durissimi mesi del primo semestre di quest'anno, a luglio è stata rilevata una crescita del traffico delle merci stimata pari ad oltre il +2,5% sul luglio 2019.




PSA Genova Pra' Autorità di Sistema Portuale Mar Ligure Orientale

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail