ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

25 novembre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 20:29 GMT+1



26 ottobre 2020

Calo dei risultati finanziari trimestrali del noleggiatore di container Triton

L'azienda prevede una prosecuzione della recente forte ripresa della domanda

Triton International, la società con sede nelle Bermuda che è il principale noleggiatore mondiale di container intermodali con una flotta pari a quasi 6,1 milioni di teu, ha chiuso il terzo trimestre di quest'anno con ricavi pari a 317,8 milioni di dollari, con un calo del -2,6% sullo stesso periodo del 2019. I costi operativi sono cresciuti del +6,5% a 183,6 milioni di dollari. Utile operativo e utile netto si sono attestati rispettivamente a 158,8 milioni e 56,5 milioni di dollari, con diminuzioni del -9,0% e -37,7% sul periodo luglio-settembre dello scorso anno.

Nei primi nove mesi del 2020 i ricavi sono ammontati a 970,6 milioni di dollari, con una flessione del -4,5% sul corrispondente periodo dello scorso anno. I costi operativi hanno totalizzato 546,8 milioni di dollari (+6,0%). L'utile operativo è stato di 451,0 milioni di dollari (-15,6%) e l'utile netto di 204,1 milioni di dollari (-24,3%).

«Nel terzo trimestre, con l'allentamento dei lockdown in Europa e negli Stati Uniti - ha commentato l'amministratore delegato della Triton, Brian Sondey - i volumi di traffici containerizzati globali sono aumentati improvvisamente e attualmente i volumi di container esportati dai principali porti in Cina superano i livelli pre-pandemia. Il ritmo e l'entità della ripresa dei traffici ha generalmente superato le aspettative dei nostri clienti e, in pratica, tutte le principali compagnie di navigazione hanno dovuto aggiunge una significativa quota di capacità containerizzata». Sondey ha specificato che ciò ha determinato per Triton un numero record di prenotazioni di container nel corso del terzo trimestre, conducendo ad impegnare oltre 500mila nuovi container della flotta in contratti di noleggio a lungo termine.

«La forte domanda - ha proseguito Sondey - ha portato anche ad un aumento dei prezzi dei contenitori. Dallo scorso 16 ottobre - ha precisato - le fabbriche di container prezzano un container per carichi secchi da 20' circa 2.500 dollari. Noi inoltre - ha aggiunto - stiamo beneficiando della crescita dei prezzi di vendita per la dismissione di container usati e di maggiori introiti derivanti dalle dismissioni».

Sondey ha reso noto che «la domanda di container continua ad essere eccezionalmente elevata all'inizio del quarto trimestre. I nostri clienti - ha spiegato - si aspettano che i volumi di traffici continueranno ad essere elevati nonostante la conclusione della tradizionale stagione di picco estivo per i container per carichi secchi. I clienti - ha sottolineato Sondey - prevedono che si confronteranno con una significativa penuria di container almeno sino all'inizio del prossimo anno e continuano a fare molto affidamento sui noleggi».


PSA Genova Pra'

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail