ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

5 marzo 2021 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 18:03 GMT+1



26 gennaio 2021

Oltre 300 aziende e associazioni marittime firmano una dichiarazione con lo scopo dei risolvere il problema del cambio degli equipaggi delle navi

Indicate quattro azioni prioritarie

Più di 300 imprese e associazioni principalmente dei settori dell'industria e dei trasporti hanno sottoscritto la “Neptune Declaration on Seafarer Wellbeing and Crew Change” il cui scopo precipuo è di promuovere un'azione a livello mondiale per risolvere il drammatico problema del cambio degli equipaggi delle navi, che è reso estremamente difficoltoso dalle misure per limitare la mobilità assunte dai governi per contenere il diffondersi della pandemia di Covid-19, crisi a causa della quale sono ormai centinaia di migliaia i marittimi costretti a rimanere a bordo delle loro navi e che rende impossibile ai loro colleghi di raggiungerli per rimpiazzarli.

Riconoscendo di avere una responsabilità condivisa per il loro rispettivo ruolo nella catena logistica, in particolare quella marittima, le 328 aziende e organizzazioni hanno sottoscritto una dichiarazione che definisce quattro azioni principali per facilitare i cambi degli equipaggi e mantenere in funzione le catene logistiche globali. Innanzitutto è esortato il riconoscimento dei marittimi quali lavoratori chiave, in linea con la risoluzione dell'assemblea generale delle Nazioni Unite dello scorso primo dicembre, e si invita a dare loro accesso prioritario alle vaccinazioni contro il Covid-19, includendo lo sviluppo di protocolli che garantiscano che le vaccinazioni siano correttamente certificate e somministrate efficacemente ai marittimi nonché la definizione di un formato standard per i pass sanitari che contengano informazioni a prova di manomissione sulla vaccinazione e sullo stato dei test sanitari.

Quindi la dichiarazione invita ad istituire e attuare protocolli sanitari d'eccellenza basati sulle migliori pratiche esistenti, in particolare attuando le misure raccomandate dai protocolli per garantire i cambi di equipaggio e viaggi sicuri riconosciuti dall'International Maritime Organization (IMO).

Inoltre si sollecita l'incremento della collaborazione tra proprietari e noleggiatori di navi al fine di facilitare i cambi degli equipaggi, condividendo le informazioni pertinenti in modo trasparente e cooperando affinché i necessari cambi di equipaggio possano essere effettuati con il minor impatto possibile in termini di costi e ritardi. A tal proposito la dichiarazione specifica che l'armatore/operatore della nave dovrebbe dare al noleggiatore della nave il più ampio preavviso possibile circa i cambi di equipaggio previsti, mentre il noleggiatore dovrebbe compiere ogni sforzo ragionevole per soddisfare questa esigenza anche nel caso in cui la nave debba effettuare una ragionevole deviazione dalla propria rotta per consentire il cambio dell'equipaggio. Inoltre nessun contratto di noleggio dovrebbe includere clausole che impediscano l'attuazione dei necessari cambi dell'equipaggio.

Infine il documento evidenzia la necessità di assicurare i collegamenti aerei tra i principali hub marittimi al fine del trasporto dei marittimi. L'industria aeronautica dovrebbe quindi collaborare con l'industria marittima per garantire che ci sia capacità di trasporto aereo tra i principali centri in cui vengono effettuati i cambi di equipaggio delle navi e le nazioni da cui principalmente giungono i marittimi.

LineaMessina

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail